Bulgari, emblema dell’eccellenza italiana

Roma, 19 marzo 2016.

Bulgari nasce a Roma nel 1884 con un piccolo negozio aperto in Via Sistina dall’argentiere greco Sotirio Bulgari. Nel 1905 questo punto vendita viene sostituito dal negozio storico di Via Condotti, ancora oggi punto di riferimento dei negozi Bulgari in tutto il mondo. I monili in argento realizzati da Sotirio riscuotono ben presto un grande successo presso i turisti e la clientela locale grazie all’abile interpretazione dello stile di moda a quell’epoca, molto influenzato dall’Art Deco e dal design francese.

Il suo talento e la sua passione vengono trasmessi ai figli Giorgio e Costantino. Alla morte di Sotirio, i due fratelli vanno alla guida dell’Azienda dando un nuovo impulso al business e alla creatività. Determinati a sviluppare uno stile più distintivo, Giorgio e Costantino scelgono di affrancarsi dalla tradizione orafa francese per forgiare una creatività basata sull’opulenza, il senso del volume il gusto per gli abbinamenti cromatici e la purezza delle linee.

Negli anni ’50 e ’60 Bulgari ha ormai acquisito uno stile pienamente riconoscibile e spicca fra i marchi di gioielleria come emblema dell’eccellenza italiana. Quel periodo coincide con l’epoca della Dolce Vita, quando Roma diviene il set privilegiato per tante produzioni holywoodiane. Le star del cinema e i protagonisti del jet set italiano e internazionale scoprono così il negozio Bulgari in Via Condotti e ne apprezzano le creazioni: moltissimi scatti dell’epoca ritraggono celebrities del calibro di Elizabneth Taylor, Richard Burton, Audrey Hepburn, Ingrid Bergman e tante altre mentre entrano o escono dal negozio in Via Condotti.

Il Marchio acquisisce così prestigio e visibilità a livello mondiale e il Gruppo Bulgari inizia ad espandersi all’estero aprendo nuovi negozi a New York, Ginevra, Montecarlo e Parigi. Allo stesso tempo, lo stile Bulgari si caratterizza ancora di più e, in armoniosa continuità con la tradizione che lo ha reso grande, vengono introdotte innovazioni di notevole impatto come la gioielleria modulare, le audaci combinazioni di materiali, l’adozione preferenziale del taglio cabochon per le gemme, l’accostamento di pietre preziose e semipreziose, le monete antiche montate sui gioielli.

Bulgari introduce un modo totalmente nuovo di concepire il gioiello, con creazioni sofisticate ma al tempo stesso altamente indossabili, perfette per essere indossate in ogni momento della giornata. Queste novità segneranno per sempre la storia della gioielleria come anche l’identità del Marchio. Il successo e l’espansione all’estero portano il Gruppo a compiere un primo passo in direzione della diversificazione di prodotto: negli anni ’70 nasce il segnatempo BVLGARI BVLGARI, oggi un’icona dell’orologeria. Con il grande apprezzamento riscosso da questo modello, il segmento degli orologi acquista una rilevanza sempre maggiore e negli anni si consolida in Svizzera un polo manifatturiero Bulgari verticalizzato e all’avanguardia nel campo dell’orologeria.

Negli anni ’90 ha inizio una nuova fase di espansione e il Marchio amplia ulteriormente il portafoglio prodotti con il lancio della prima fragranza Eau Parfumée au The Vert e delle prime collezioni di occhiali ed accessori in seta e pelle.

Nel 2004 Bulgari compie un nuovo passo pionieristico nel mercato del lusso con l’inaugurazione del primo Bulgari Hotel a Milano, seguito negli anni a venire da un resort a Bali e da un altro hotel a Londra.

Nel 2011 Bulgari entra a far parte del prestigioso Gruppo francese LVMH (Louis Vuitton Moët Hennessy).

Nel 2014 Bulgari festeggia il 130° anniversario dalla fondazione con la riapertura del negozio storico di Via Condotti, per l’occasione completamente rinnovato ad opera di Peter Marino.

Pubblicato da Félix José Hernández.

Hispanista revivido.