Mare Internum – Table of Silence

Roma, 30 novembre 2016.

Ogni anno The table of silence , un’istallazione di cento grandi piatti in ceramica bianca decorati a mano dall’artista siciliana Rossella Vasta, si sposta nel mondo per essere allestita, proprio come una vera tavola che invita alla pace e alla condivisione fraterna, nei paesi ospitanti, tra cui, finora,  gli Stati Uniti e il Giappone.  Quest’anno la Tavola verrà presentata a Roma, simbolicamente presso il Museo dell’Ara Pacis, con il nome di Mare Internum / Table Of Silence, perché verrà “apparecchiata” sullo sfondo del grande flusso migratorio che attraversa il nostro Mediterraneo.

Una barca – memoriale per le vittime del mare e simbolo della speranza di salvezza – e i cento piatti di ceramica bianca, saranno il fulcro di Mare Internum / Table Of Silence, risultato della collaborazione tra Rossella Vasta e i maestri d’ascia di Lampedusa Francesco Tuccio e Giuseppe Balestrieri. Un invito all’accoglienza e alla tolleranza, di cui è icona la tavola come spazio tradizionale di ospitalità e condivisione spirituale.

Il progetto sarà allestito nella Sala Paladino del Museo dell’Ara Pacis, dal 24 novembre 2016 al 22 gennaio 2017. Promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con i patrocini del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia, del Comune di Lampedusa e Linosa e del Comune di Palmanova, è organizzato dall’Associazione Culturale RO.SA.M. in collaborazione con UCID e Mentoring USA Italia onlus ed è curato dal critico d’arte Roberta Semeraro. Il progetto tecnico dell’installazione è dell’architetto Mauro Zucchetti, i servizi museali sono di Zètema Progetto Cultura.

La barca è stata realizzata dai maestri d’ascia lampedusani con inserti di legni provenienti dalle imbarcazioni  naufragate sulle coste di Lampedusa e sarà appoggiata su una base di sabbia. I cento piatti di ceramica, posizionati da Rossella Vasta nella barca e sulla sabbia intorno, sono forgiati con la tecnica del mezzo ingobbio e decorati con un delicato ideogramma realizzato a mano.

Immagini del mare saranno proiettate sull’installazione dall’alto creando un effetto diurno in cui la barca e la tavola con i piatti di ceramica sembreranno arenate nella sabbia mentre di sera sembreranno galleggiare, trasportati dal mare.

Nata a Palermo, Rossella Vasta nel 1987 si laurea in filosofia presso l’ Università di Perugia. Nel 2012 ottiene l’ Honorary Doctorate Degree in Humane Letters dalla Cardinal Stritch University . Direttrice della Pieve International School (www.pieveschool.com), ha tenuto seminari per varie istituzioni accademiche quali l’American University di Washington DC, Chautauqua Institution in Buffalo, New York, Cardinal Stritch in Milwaukee, Montana State University in Bozeman etc… Ha esposto in Europa, Asia e negli Stati Uniti. Nel 2015 l’Editore Petruzzi di Città di Castello ha pubblicato una monografia dell’artista curata da Barbara Rose.

Francesco Tuccio si è segnalato all’attenzione internazionale per le Croci realizzate con il legno spiaggiato delle imbarcazioni naufraghe lungo le coste di Lampedusa “che trasfigurano con forza e semplicità il dolore della fuga, la disperata ricerca di un futuro e il bisogno di aiuto, accoglienza e solidarietà…”. Alcune di queste croci sono state portate da papa Francesco nel corso di celebrazioni sacre, altre sono entrate a far parte del Patrimonio Artistico del Comune di Lecco e circa un anno fa il British Museum di Londra ha acquisito nella sua collezione una Croce di Tuccio.

MARE INTERNUM / TABLE OF SILENCE.  Museo dell’Ara Pacis – Sala del Mosaico. 24 novembre 2016 – 22 gennaio . Sala Mosaico Paladino, via di Ripetta, 190.

Pubblicato da Félix José Hernández.