Rosa Genoni, creatrice di moda, di pace e di Umanità

Rosa Genoni.

Firenze, 1 marzo 2017.

Un importante evento per ricordare la poliedrica figura di Rosa Genoni cofondatrice nel 1915 della WILPF (Lega Internazionale Donne per la Pace e la Libertà): socialista, femminista, pacifista, stilista di moda e ideatrice dello stile italiano, la prima donna a ricevere il Premio Expo nel 1906. Rosa Genoni, nel momento di massimo splendore della sua carriera, quando soffiano i venti della Prima guerra Mondiale (1914) non esita a concentrare le proprie energie nella difficile e pericolosa campagna per la Pace.

SABATO 4 MARZO PALAZZO PITTI, RONDO DI BACCO ORE 10,30. L’evento sarà introdotto da Antonia Sani, Presidente WILPF Italia.

Eike Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi, Caterina Chiarelli, Curatrice della Moda e del Costume Gallerie degli Uffizi e Rosanna Pugnalini, Presidente CRPO Toscana porgeranno i loro saluti.
Seguiranno gli interventi di: Pierluigi Zenoni, storico; Raffaella Podreider, nipote e biografa di Rosa Genoni, Presidente dell’ “Associazione Amici di Rosa Genoni”; Eugenia Paulicelli, autrice del libro “Rosa Genoni. La moda è una cosa seria”, Queens College e Graduate Center, The City University of New York e Giovanna Pagani, Presidente Onoraria WILPF Italia.

Sarà proiettato anche un breve filmato WILPF ”These Dangerous Women”, la cui traduzione in italiano è stata curata della SSML di Pisa.

L’evento prevede: performance musicali di Moisés De Santi (violino).
Alle 12.30 , in chiusura dell’incontro, è programmata la visita alle creazioni di Rosa Genoni presso la “Galleria del Costume” di Palazzo Pitti e il “Museo Ferragamo”
Copromotori dell’iniziativa in ricordo di Rosa Genoni: CRPO Toscana, Associazione Amici di Rosa Genoni, WILPF Italia, Gallerie degli Uffizi, Unesco, Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Pisa.
Rosanna Pugnalini Presidente CRPO; Giovanna Pagani Wilpf Italia, Raffaella Podreider, Presidente Associazione Amici di Rosa Genon;i Lucia Mascalchi – Funzionario per la Comunicazione e Promozione delle Gallerie degli Uffizi.

Pubblicato da Félix José Hernández.